VISIONI

...Le mie tensioni vagano tra rami oscillanti nel vento, fra terre scoscese, fra orizzonti cancellati per una ricerca di totalità che non sempre ritrovo. Un paesaggio che si inventa, si capovolge, si perde.

Girasole- 2003- cm.63x70 - olio e polvere di marmo

Una figuratività che si astrae, si modifica con allusioni a un reale che non è se non una introspezione allucinata e tormentata.


Cerco una verità di evasione che stia dentro di me come una spina nel cuore. Una verità di visione in cui la terra e il cielo si compenetrano in abissi di spazio che si dilata in infiniti leggeri, in evanescenze che galleggiano in colori non sempre inventati come vorrei. Inventare il colore per non cadere in effetti banali, trucidanti, inutili...


..Vuoi le estrazioni libere e cantanti e poi ti "inciuci" in un bordello di siepe, in una foglia che vorresti fosse altro e guardi gli uccelli passanti che tagliano le corsie del vento e ti pare di correre con loro, ma poi gli steli d'erba ti rallentano il passo e non sai più dove la tua tela o le tue carte ti vogliono portare...


Voracità dell'immenso...Vorrei fisicizzare l'invisibile su una superficie che non abbia fine e metterci dentro tutto ciò che sei stato e che sei, un corpuscolo espanso, una scheggia nell'universale silenzio...Mi affido al tempo che ha una sua aura lenta eppure fugace come un dondolio d'infanzia, un dondolio di origine a cui vorresti ritornare per rifarti un cammino nuovo, nel certo e nell'incerto, nella luce e nell'ombra, nel suono, nell'eco che si espande e accende il cuore. Il cuore dell'universo? Il cuore della materia vivida e calda? Il cuore delle trasparenze, degli specchi luminosi a cui affacciarti, per una rinascita continua nella vita, nel mondo. Il mondo del silenzio ove l'invisibile e diventa visibile, si fa carne, ardore e possesso...

Immagini